Diego Morra

Diego Morra


Cantina Diego Morra


Diego Morra

La cantina Diego Morra ha sede a Verduno, il comune più a nord del Barolo. Questa zona è celebre soprattutto per l’eleganza dei suoi vini, ma al contempo per la complessità e l’intensità tanto olfattiva quanto gustativa. Già dal logo, Diego Morra racconta i suoi valori. Al cuore di tutto, una V stilizzata rappresenta Verduno. Le tre M intrecciate parlano della famiglia Morra, della cascina Mosca e del Monvigliero. Cos’è il Monvigliero? Si tratta della menzione di Barolo più celebre di Verduno, di cui l’azienda possiede quattro ettari in tre diverse esposizioni.

Storia della cantina

Diego Morra nasce e cresce tra le vigne di famiglia, 32 ettari tra Verduno, La Morra e Roddi, di cui ben 14 a Nebbiolo da Barolo. Nel 2006 decide di prendere in mano il suo futuro creando la cantina e trasformandosi da semplice viticultore a produttore. Ma il legame tra questa famiglia e la viticoltura è molto più antica, addirittura di quasi 3 generazioni.

Tutto nasce agli inizi del 900′ con l’acquisto del primo piccolo appezzamento di terra da parte del nonno Domenico. Il primo nome dato a questa cantina fu Cascina Mosca, che viene appunto rappresentato da una delle “M” del logo. Da allora la famiglia ha sempre fatto del vino e della natura la sua essenza.

I valori dell’Azienda agricola Diego Morra

La forte convinzione di Diego e della moglie Francesca è che il vino nasca e si faccia in vigna, e la sua scelta è sempre stata quella di occuparsi personalmente dei vigneti, oltre che di ogni altro momento della filiera produttiva. Questa azienda agricola accompagna l’espressione del vino, con un tocco prudente ed elegante, identitario, ma mai invasivo. La microvinificazione separata delle singole menzioni di Nebbiolo da Barolo è stata fondamentale per comprendere esattamente cosa ogni terroir e vigneto possano esprimere nel calice. Le differenze sono un’importante ricchezza, e non vanno annientate, ma esaltate.

Uno dei valori fondamentali di questa azienda agricola è il rispetto per il territorio e la sostenibilità. Per i proprietari la preservare la biodiversità è sempre al primo posto. In modo tale che il loro territorio, ovvero le Langhe, possa essere apprezzato e tramandato alle prossime generazioni.

I vitigni

Come abbiamo già accennato, l’azienda dispone di 32 ettari di terreni vitati nella zona delle Langhe. Ma quali sono i vigneti e gli uvaggi più utilizzati dalla cantina Diego Morra? Ecco la lista completa:

  • Nebbiolo;
  • Dolcetto;
  • Barbera;
  • Pelaverga.

I vitigni qui sono presenti su tutti i versanti delle colline, a qualsiasi esposizione e con qualsiasi microclima. Secondo la proprietà infatti questo è uno dei segreti dietro ai loro vini. Ovvero il non forzare, lasciare che la natura faccia il suo corso, senza predisporre tutto come in un laboratorio di chimica.

> Scopri la prossima cantina del Piemonte: Francesca Castaldi




SCOPRI I VINI DEL PRODUTTORE