Domaine Blain-Gagnard

Domaine Blain-Gagnard



domaine blain-gagnard

Domaine Blain-Gagnard

Domaine Blain-Gagnard è l’azienda vinicola nata nel 1980 dall’unione di Jean-Marc Blain che è originario di Sancerre e Claudine, figlia di Jacques Gagnard, e insieme si occupano della coltivazione di ettari di Chardonnay e Pinot Noir. Uno dei produttori di vini più tradizionalisti della AOC e della Borgogna. Jean-Marc e Claudine si conoscono durante il loro percorso di studi in enologia, e iniziano a produrre vini con l’aiuto del figlio Marc-Antoine.

La location di domaine: la Borgogna

Domaine Blain-Gagnard possiede 8,7 ettari di vigne coltivate il 55% a Chardonnay e il resto a Pinot nero. Esiste poi, una piccola parte di Passetoutgraint. Oggi controllano 20,5 acri di vigne, che equivalgono a 8,7 ettari, a Chassagne-Montrachet, comprese le aziende in tre grand cru: il Montrachet, Bâtard-Montrachet e il Criots-Bâtard-Montrachet.

Qui nella storica regione francese dedicata alla produzione dei vini Borgogna, Chardonnay, Pinot, Chablis e Beaujolais, il Domaine si annovera tra i vini più gettonati e apprezzati del posto. La Borgogna è caratterizzata da distese interminabili di verde, ma che sono confinate a una lunga striscia che si estende dal Nord al Sud su decine di chilometri da Digione a Lione. I vini prodotti in questa regione si collocano tra quelli più pregiati al mondo.

La filosofia dell’azienda

Secondo la tradizione di famiglia lo Chardonnay deve profumare di mandorle fresche. dopo la pigiatura, lo Chardonnay viene inoculato con lieviti selezionati e la fermentazione avviene in botte. Le fecce vengono rimontate una volta a settimana fino a fine dicembre e in alcune annate, fino a fine febbraio. I vini bianchi sono invecchiati in varie percentuali di rovere nuovo con il 10/20% per i vini tradizionali e fino al 30% per il premier e grand cru.

Il Pinot Nero viene diraspato e le uve vengono lasciate macerare a freddo per tre o quattro giorni a cui segue la fermentazione con lieviti autoctoni. Mentre i vini rossi maturano per 18 mesi in botti usate.

I vini e le uve

Tutte le uve di Domaine Blain-Gagnard sono diraspate prima della fermentazione che dura circa 12/14 giorni a temperature di circa 35°C. L’affinamento è di circa 12 mesi per i vini bianchi e di 15/17 per i rossi. L’uso di botti nuove di rovere di Alliers (non superiore al 30%) è moderato. I vini mostrano purezza di frutto, freschezza e grande coerenza territoriale, e sono adatti ad un periodo di affinamento in bottiglia.

I vini di Domaine Blain-Gagnard che ne risultano sono di altissima qualità, tra i più pregiati al mondo, con sentori di frutta e si distinguono per il colore oro dai riflessi verdi. Per questo, sono ottimi da abbinare ai piatti della cucina raffinata di eccellenza francese. Dal pesce, ai formaggi, ai tartufi questi vini rappresentano l’essenza del terroir di provenienza, dove si concentra anche l’intera arte culinaria della Francia.

 

> Scopri la prossima cantina della Francia: Domaine Bruno Clavelier