Domaine Bruno Clavelier

domaine bruno clavelier



domaine bruno clavelier

Domaine Bruno Clavelier

I vini Domaine Bruno Clavelier sono l’essenza del biologico e del biodinamico abbinati alla grande passione per la terra e alla stessa perseveranza che impiegavano i nostri avi per ottenere prodotti sani al 100%. Bruno Clavelier è la figura che traina tutto questo con competenza e passione e oggi è considerato alfiere dei vigneron bio.

La storia dell’azienda

Domaine Bruno Clavelier eredita gli impianti delle vigne dal nonno che risalgono agli anni 30-40. Bruno è cresciuto al fianco del suo nonno materno Joseph, dal quale ha ereditato anche la passione e l’amore per la viticoltura e il vino, tanto da intraprendere un percorso da enologo. Infatti, dopo aver avuto una breve carriera da rugbista, si diploma alla facoltà di Enologia a Digione. Proprio la passione per il vino e la terra lo porta a perseguire la strada della viticoltura che aveva già intrapreso la famiglia. Così nel 1992 passa alla produzione in proprio e alla vendita del vino.

La cura delle vigne è meticolosa poiché il compito del vigneron è quello di accompagnare la crescita e l’evoluzione naturale. Il vigneron è colui che aiuta la vigna a esplorare il suo ambiente in maniera spontanea senza forzarne la crescita. Il passo successivo è quello di restituire a essa l’essenza. Secondo Bruno l’obiettivo del vigneron non è imprimere ai vini un proprio stile, ma quello di catturare le caratteristiche che ogni annata ha conferito all’uva.

Il metodo di Domaine Bruno Clavelier

Il metodo Domaine Bruno Clavelier di è quindi quello biodinamico e biologico certificato. Un processo naturale che non prevede l’uso di fertilizzanti chimici e l’uso di diserbanti durante la coltivazione delle viti. L’uso di agenti chimici, oltre a dare un prodotto non sano, altera le proprietà del gusto del vino. Gli unici fertilizzanti che sono ammessi sono di tipo organico. Le uve che ne risultano hanno la giusta concentrazione di acidità, sono sane ed equilibrate.

Anche la vinificazione avviene in tini di rovere, che essendo un materiale neutro, non altera le proprietà dell’uva. La fermentazione avviene mediante l’utilizzo di lieviti indigeni e dura tre settimane, durante la quale le follature sono praticate a mano. Dopo la fermentazione i vini sono posti in piccole botti e non subiscono filtrazione o chiarifica. Successivamente l’imbottigliamento è fatto secondo calendario lunare e a seconda delle condizioni metereologiche, proprio come le regole del biodinamico vogliono.  I vini maturano per un periodo di 16-18 mesi in barrique di rovere di Tronçais.

I vini e il territorio

Domaine Bruno Clavelier possiede quindici tipologie diverse di vino e tutti prodotti secondo regime biodinamico. I terreni si trovano nel territorio di Vosne-Romanée dalla fine del XVIII. Infatti, come dicevamo, le vigne sono state piantate negli anni 30 e 40, e per 80 anni producono pochi grappoli, ma di altissima qualità. Il metodo biologico è il vero protagonista di questi splendidi vini che riescono a conservare l’essenza di quelle terre ricche di minerali.

La coltivazione spontanea delle vigne avviene in un ambiente in totale armonia con la natura. L’ecosistema che si viene a creare non è compromesso ed rispettato nella sua totalità come il biodinamico vuole. Anche i microrganismi che ne fanno parte hanno un ruolo fondamentale nel processo di crescita e nella realizzazione di prodotti al 100% naturali e sani.

 

> Scopri la prossima cantina della Francia: Domaine David Moreau