Vini Biodinamici

Sentiamo parlare spesso di vini biodinamici ma cos’è che lo differenzia dal vino tradizionale o dal vino biologico? Andiamo a guardare nel dettaglio le varie caratteristiche di questo tipo di vino.

Vini biodinamici – la filosofia

Per molti è semplicemente una moda, per altri uno stile di vita. Il vino non è soltanto una semplice bevanda prodotta da uva, è qualche cosa di più. Quando parliamo di vino ci portiamo dietro una storia, una tradizione, il sapore della terra dove viene vendemmiato e cresciuto, parliamo di un metodo di vendemmia, di dedizione e di molto altro ancora.

Quale è la differenza fra biologico e biodinamico

I vini biodinamici, come dice la parola stessa, fanno riferimento ad un vino prodotto e ottenuto da uve di agricoltura biodinamica. Il vino qundi è solo una conseguenza, per comprendere la differenza ed il vero significato di vino biodinamico dobbiamo comprendere a pieno cosa sia l’agricoltura biodinamica.

Agricoltura biodinamica

Se parliamo di agricoltura biodinamica e vini biodinamici, dobbiamo comprendere che secondo il nostro pensiero le piante si esprimono meglio finalmente. Abbiamo un occhio attento sulle influenze astrologiche sulle piante e sul terreno, l’uso dei trattori è limitato, parliamo di semina di sovesci, facciamo riferimento quindi anche alla chimica che viene bandita, infatti i fitofarmaci non ci devono essere. In poche parole si ristabiliscono le giuste connessioni fra cielo e terra. Potete comprendere quindi il mondo racchiuso dietro a questa tipologia di agricoltura, appassionati che coltivano e fanno uso di un’agricoltura molto speciale.

Si usano dei preparati che innescano processi sull’humus, stimolatori delle funzioni della luce e del colore. Il fattore principale quindi non è curare malattie combattendole, ma innescare meccanismi per generare una salute ferrea. Questo fa si che venga ribaltata la logica dell’agricoltura industriale moderna.

La biodinamica è un approccio all’agricoltura nata nei primi anni del ‘900, deriva dall’apostrofia, in greco antico “sapienza dell’essere umano, la sua disciplina si basa sugli insegnamenti di Rudolf Steiner. Affermava lo studio della realtà fisica e della dimensione spirituale della vita dell’uomo e della sua iterazione con l’ambiente.

L’agricoltura biodinamica è organica, viene infatti prestata attenzione a tutte le relazioni tra esseri viventi che incontriamo quotidianamente.

In poche parole una pianta è un organismo vivente che ha a che fare con il sitema humus-terreno, animali, azienda agricola, pianeta e universo.

I vini biodinamici provengono quindi da un metodo, da un percorso.

Il metodo e la produzione

Con i vini biodinamici raggiungiamo delle vere e proprie espressioni, un’attenta agricoltura legata alla terra, al clima dell’annata.

Si parla di aromi e di zuccheri con una forma più completa e profonda.

I vini biodinamici quindi hanno un carattere estremamente speciale, riescono a dare un’esperienza gustativa unica visto che sono prodotti unici e molto particolari.

Dovete pensare che la loro fermentazione è ottenuta senza l’aggiunta di lieviti esterni, vengono utilizzati lieviti presenti sulle uve e provenienti dalle vigne.

L’agricoltura biologica ritiene che la pianta sia un organismo da nutrire attraverso sali minerali, dimenticando che il nutrimento della pianta proviene da un’energia di fonte cosmica. Secondo l’agricoltura biologica, infatti, esiste una congiunzione fra cosmo e pianta.

Vini biologici e naturalità

I vini biologici sono naturali al 100%, non hanno manipolazioni, un prodotto in stretta connessione con la natura.

I vini biodinamici sono, dal punto di vista alimentare, molto più ricchi, i terreni sono in stretta connessione con l’ambiente, non parliamo di composizione chimica.

Parlare di vini biodinamici è parlare di cosmo, facciamo un semplice esempio. Se facciamo riferimento alla viticoltura, il transito della luna in segni zodiacali di fuoco come Ariete, Sagittario e Leone indica il periodo più adatto per un’ottima vendemmia. Quando parliamo invece dei segni di terra, ci riferiamo automaticamente ai periodi ideali per una corretta potatura, invece se parliamo di segni d’aria, questi indicano i periodi di riposo. I segni d’acqua invece indicano i periodi favorevoli all’irrigazione.

La cura dei vini biodinamici

I vini biodinamici sono quindi vini biologici, tutte le loro certificazioni sono certificate come biologiche.

Quindi quando parliamo di vini biodinamici parliamo di vini che hanno una grande cura alle loro spalle. Chi coltiva vini biodinamici è quindi un esperto e ha sicuramente un rapporto stretto con la terra e la coltivazione.

La cura e l’attenzione di questi vini fa sì che li possiamo considerari veramente speciali.

Potete acquistare i vini biodinamici presso le case vinicole che praticano questa filosofia ed anche nelle migliori enoteche.