Olek Bondonio

Olek Bondonio


Olek Bondonio

Quando parliamo di vini di Barbaresco d’eccezione, la cantina Olek Bondonio è uno dei primissimi nomi della lista. Un’azienda di piccole dimensioni che si trova a Barbaresco provincia di Cuneo, in Piemonte. Il proprietario è proprio Olek, che dal 2005 dedica anima e corpo non solo ai suoi vigneti, ma a tutto il suo territorio.

La storia di Olek Bondonio

La storia di questa cantina ha radici profonde, lunghe 200 anni. Tutto nasce con il nonno di Olek, Riccardo, che già nell’800 lavorava queste terre che erano di sua proprietà. Questa piccola attività agricola si chiamava Cascina la Berchialla ed era il vanto della famiglia. Riccardo è stato anche il fondatore della cantina Sociale che avrebbe “inventato” il vino Barbaresco. Un bel pedigree, non è vero?

É qui che Olek muove i primi passi nel mondo della viticoltura. Qui si innamora della campagna, dei suoi ritmi, dei suoi profumi e dei suoi prodotti. Diventato adulto decide di studiare agraria e enologia all’università. Dopodichè si sposta in molte nazioni diverse per fare esperienza sul campo. Dalla Francia all’Australia, dalla Nuova Zelanda agli Stati Uniti.

Nel 1999, a causa della scomparsa del nonno Riccardo, Olek ha la possibilità di prendere in affitto i suoi terreni. Riesce ad ottenere due ettari vitati, che per molti anni saranno gli unici che avrà a disposizione. Nel 2005 finalmente viene alla luce la prima annata della cantina Olek Bondonio, e con essa nasce ufficialmente l’attività. Negli ultimi anni ha preso in affitto altri due ettari poco distanti.

La filosofia del Barbaresco naturale

Quando parliamo di Barbaresco e dunque anche di Nebbiolo, non sempre abbiamo a che fare con processi naturali di produzione. Al contrario Olek fonda tutta la sua filosofia di produzione proprio su questo: rispetto del territorio, delle tradizioni, minima resa ma con grandissima qualità. Fin da quando comincia a lavorare le sue vigne, il proprietario mette in chiaro le sue regole. Divieto di utilizzo di pesticidi, vinificazione che avviene senza solfiti ma con pochissima solforosa. Inoltre, come se questo non bastasse, la naturalità dei suoi prodotti è dovuta anche al non filtraggio in fase di imbottigliamento.

La minima resa voluta dalla cantina Olek Bondonio si ottiene con una grande selezione delle uve in estate. In questo modo solo le migliori continuano il processo di produzione, andando a costituire i vini piemontesi del produttore.

La grande esperienza maturata negli anni da Olek gli ha permesso di raggiungere straordinari livelli di naturalezza nei suoi vini. A ogni sorso potrete incanalare il vero spirito delle terre del Barbaresco e delle Langhe. E tutto questo grazie a quest’uomo che ha avuto il coraggio necessario a portare avanti le tradizioni di famiglia.

Cosa possiamo trovare da Olek Bondonio

Nelle terre di Olek c’è un re quasi incontrastato: il Nebbiolo. Questo uvaggio fa da padrone trovandoci nelle terre del Barbaresco e nella zona delle Langhe. Altri uvaggi, anche se in percentuali basse, sono il Pelaverga e il Grignolino. Dispone ad oggi di 4 ettari in cui imbottiglia sia il Barbaresco di altissimo livello che il suo vino Barbaresco più generico. In questa cantina troviamo il cru Roncagliette, un’eccezione tra i produttori italiani.

Il suo vino più conosciuto? Sicuramente è il Barbaresco Roncagliette. Questo vino diventa ogni annata sempre più leggendario. Altri vini molto conosciuto di questa cantina è il Langhe Nebbiolo, il Rosso Giulietta e il Barbera d’Alba.

> Scopri la prossima cantina del Piemonte: Rivetto

olek-bondonio



SCOPRI I VINI DEL PRODUTTORE