Tutte le regioni e le zone vinicole della Francia

zone-vinicole-francia

Tutte le regioni e le zone vinicole della Francia

Quando parliamo di vino è naturale collegarlo alla Francia. Patria del vino e primo grande Paese nel Mondo a rendere il vino un vero fenomeno, oggi la Francia produce alcuni tra i vini più famosi e costosi. Essendo una nazione molto estesa, sono molte le regioni e le zone vinicole in Francia e ognuna ha le sue caratteristiche e i suoi prodotti di punta.

I territori coltivati a vite si estendono per circa 800 mila ettari e sono suddivisi nelle seguenti regioni vinicole della Francia:

Alsazia

L’Alsazia è la più a est tra le zone del vino in Francia. Situata vicino ai Monti Vosgi, è confinante con la Germania conserva i nomi e vitigni teutonici, reinterpretati in chiave francese. Qui infatti i vitigni principali sono il Gewürztraminer, il Riesling, il Müller Thurgau, il Pinot Bianco e il Pinot Grigio.

Oggi viene considerata la 4° tra le regioni vinicole francesi. I vini bianchi sono la maggior parte di quelli prodotti (circa il 90%), mentre i rossi e i rosati sono solo al 10%. Complice il clima e le uve autoctone.

I vini della zona sono freschi, fruttati e vellutati. La vicinanza ai Monti Vosgi regala temperature ottimali per le viti e perturbazioni che rendono la vita della pianta e delle sue uve facile e senza troppi sbalzi.

In questa regione troviamo 3 AOC: Alsazia AOC, Alsace Grand Cru e Crémant d’Alsace.

Beaujolais

La regione di Beaujolais si trova a Sud della Borgogna, tra la città di Lione e Mâcon. Sebbene sia una delle più piccole delle zone vitivinicole in Francia, ha una personalità e un’anima così unica da meritarsi di rientrare nella nostra lista.

Qui vengono prodotti i celebri chiamati Beaujolais Nouveau, una sorta di nostro vino novello fatto con uve Gamay. É stato ideato per essere bevuto subito, entro il suo primo anno. Solitamente viene degustato il terzo Giovedì di Novembre. Nella regione è diventato ormai un appuntamento fisso, fin dal 1985.

Bordeaux

Adesso arriviamo a uno dei nomi caldi della cultura vinicola francese e mondiale. Bordeaux. Se c’è una regione vinicola francese che vive e respira viticoltura è proprio questa. Ci troviamo nel Sud-Ovest della Francia, affacciati letteralmente sull’Oceano Atlantico. I vini prodotti nella zona erano conosciuti già ai tempi degli Antichi Romani. Ma è dal XIX secolo che comincia a prendere forma la zona vinicola di Bordeaux e dei suoi immensi vitigni e castelli.

Quando parliamo di taglio “Bordolese” ci riferiamo ai vitigni canonici di questa zona che sono:

  • Cabernet Franc;
  • Merlot;
  • Cabernet Sauvignon.

Con i suoi 100 mila ettari coltivati a vite e la produzione di un terzo dei vini AOC francesi, questa viene considerata la regione vitivinicola numero 1 di questa nazione. Essendo una territorio vasto è suddiviso in alcune sotto-regioni, tra i quali le più famose sono quelle di Graves, Libournais (in cui troviamo la famosa Pomerol), Médoc e Sauternais-Cérons-Barsac. Se cercate una delle più belle e leggendarie zone vinicole della Francia, questa è sicuramente da non perdere.

Scopri tutto su questa regione leggendo il nostro articolo sulla Zona vinicola Bordeaux.

Borgogna

Passiamo da un territorio storico all’altro, raggiungendo finalmente la Borgogna. Siamo nel centro-est della Francia e dunque ci siamo allontanati dall’Oceano. Siamo di fronte a circa 30 mila ettari coltivati a vite, di cui 50% Chardonnay, 40% Pinot Nero e il restante 10% tra Chablis, Gamay e Aligoté e altri vitigni minori.

Se siete amanti dei rossi qui potrete trovare la vostra Disneyland. Se è vero che gli ettari coltivati non sono molti, c’è da dire che la Borgogna è la terra dei vini rossi potenti, decisi e dal bouquet molto intenso. Alcuni dei vini più prestigiosi del Mondo nascono qui.

Rispetto alle altre zone del vino in Francia, qui abbiamo un territorio decisamente frammentato e suddiviso in zone più piccole ma tutte importanti allo stesso modo. Se vuoi scoprire di più su Quali sono le zone della Borgogna, leggi il nostro approfondimento.

Bugey, una delle più piccole zone vinicole della Francia

Non avete mai sentito nominare la zona di Bugey? Allora è arrivato il momento di arricchire il vostro bagaglio vinicolo sui territori dei vini della Francia. Bugey si trova nel Sud-est della regione Ain, tra Lione e Ginevra. Qui gli ettari coltivati sono solo 500 e sono perlopiù Gamay, Pinot Nero, Poulsard e Chardonnay.

In questa splendida zona i vigneti si trovano su colline soleggiate e al ripario dai fenomeni atmosferici più avversi, permettendo la produzione di vini di un certo spessore. Rossi, bianchi, rosè e rosè frizzanti sono tutti prodotti sul territorio. In zona si trovano anche alcuni borghi ben curati e alcune abbazie da favola.

Champagne

Basta pensare a una bollicina francese e subito gli Champagne affiorano nella nostra mente. Frutto di decenni di prodotti eccezionali, rinomati in tutto il Mondo, e di una tradizione vinicola con pochi eguali. Anzi, se parliamo di vini frizzanti, senza eguali.

Regioni vinicole Francia

Parliamo di 34 mila ettari di vitigni nel Nord della Francia, a circa 150km da Parigi. Migliaia di lavoratori e addetti che dedicato corpo e anima a un territoir come non ce ne sono altrove. I vitigni più comuni sono lo Chardonnay, il Pinot Nero e il Pinot Meunier. Ogni produttore utilizza percentuali diverse di queste uve a bacca bianca per conferire determinate caratteristiche organolettiche alle proprie creazioni.

Essendo in una delle zone più a Nord nella produzione di vini, ha delle condizioni atmosferiche spesso avverse. Ma è proprio grazie a queste condizioni avverse, ai terreni gessosi, e alla grande sapienza dei vigneron locali che la Champagne è una delle regioni vinicole francesi più conosciute e rispettate.

Sono 5 le zone di questa regione fantastica. Scopri Quali sono le zone dello Champagne e le loro caratteristiche nel nostro articolo dedicato.

Corsica

A lungo contesa nel corso dell’800′, la Corsica è un’isola francese che ha una lunga tradizione nella produzione di vini. É situata nel Mar Mediterraneo, affacciata sulla costa toscana. Ha un clima ideale per le uve. Infatti ha un grande massiccio montuoso centrale che permette di avere diversi tipi di terreni e di essere protetti da eventi meteo estremi. Inoltre l’influsso ventoso dal mare garantisce caratteristiche ideali per i vini. Ultimo, ma non per importanza: il clima è molto simile a quello della Toscana e del Lazio.

I vitigni della zona, suddivisi in circa 2500 ettari, sono prevalentemente mediterranei come Vermentino, il Nielluccio e lo Sciaccarello.

Jura: Ecco come dovrebbero essere le Zone vinicole della Francia

Lo Jura, ovvero quel particolare territorio che i grandi intenditori di vini amano alla follia. Sarà per le sue caratteristiche uniche e per i suoi vini eccentrici sicuramente. Chissà. Quello che sappiamo per certo è che stiamo parlando di una delle zone vitivinicole in Francia più famose e immancabili.

Questa regione si trova nell’est della Francia, vicino al confine con la Svizzera e a Ginevra. Dunque l’influenza delle Alpi colpisce davvero nei suoi vini. Se vogliamo parlare di natura, rispetto per essa, e concentrazione naturalistica, lo Jura ha davvero una marcia in più rispetto alle altre zone vinicole della Francia. Boschi, pascoli, vigneti, colline, fiori, piante ovunque: è questo lo Jura. Una vera terrazza sulla natura, e naturalmente i suoi prodotti vinicoli sono altrettanto rispettosi di questa natura. Vuoi scoprire tutte le cantine naturali in Francia? Scoprile nella nostra guida.

I vitigni più comuni? Pinot nero, Chardonnay, Poulsard, Trousseau e Savagnin. Una delle variabili che rende unici i vini dello Jura sono i terreni. Marne e argille pesanti, marne grigie, blu e nere, silice e argille, terreni rocciosi e caldi. Un vero calderone di suoli che aumentano la personalità di tutto ciò che cresce qui.

Scopri tutto sulla regione vitivinicola dello Jura nel nostro articolo dedicato.

Languedoc-Roussillon

La Languedoc-Roussillon è un susseguirsi di vigneti, colline e panorami marittimi. É la zona più a Sud della Francia in terraferma tra quelle di cui parleremo ed è lei è la regione vinicola più estesa e più produttiva, sebbene meno famosa di molte altre. Infatti se paragonata allo Champagne o al Bordeaux, questa zona vinicola francese ha un livello di qualità inferiore ai suoi prodotti. Ma forse le cose stanno per cambiare.

Infatti una nuova generazione di enologhi e vignerons sta prendendo in mano i vitigni della zona, che sono per la maggior parte Moscato Bianco e Grenache Nero.

Il clima è perfetto per le colture. Infatti questa regione si estende dai confini con la Spagna fino a Montpellier. Qui trova le correnti oceaniche provenienti da Ovest, il clima mite dei Pirenei e l’influsso del Mar Mediterraneo. Cosa chiedere di più?

Lyonnais

Per Lyonnais si intende la zona vinicola vicino alla città di Lione. Estesa per circa 320 ettari, ha come protagonisti lo Chardonnay, l’Aligotè e il Gamay.

Il periodo storico migliore fu nel XVI, quando arrivarono a 13500 ettari coltivati. A causa del batterio della fillossera e dell’urbanizzazione, i vitigni sono stati molto ridotti come il prestigio della zona.

Provenza

regione-vinicola-francese

La Provenza è una zona molto conosciuta della Francia in ambito turistico. Colori fantastici, borghi unici, campi infiniti di lavanda, e località balneari tra le più esclusive. l In ambito vinicolo questa lingua di terra non ha mai conosciuto molta fama.

Negli ultimi anni però la resa e la qualità dei vitigni autoctoni stanno migliorando grazie al duro lavoro di alcuni esperti enologhi. Il clima poi è paradisiaco: molto sole, brezza proveniente dal mare, e piogge abbondanti in alcuni periodi dell’anno. Siamo sicuro che tra qualche tempo questa sarà una vera sopresa nel panorama delle Zone vinicole in Francia!

Rodano, tra le più famose zone vinicole della Francia

Il Rodano, chiamato anche Valle del Rodano, è una regione vinicola particolarmente votata per i suoi vini rossi. Siamo nel Sud-est e il suo successo inizia solo nel 1980. Prima infatti veniva “divorata” a livello di fama dalle vicine Borgogna e Bordeaux. Però dagli anni 80′ le persone comprendono che i prodotti di questa terra non avevano nulla da invidiare a quelli delle altre zone, e dunque la sua popolarità cresce. Inoltre qui ci sono vengono prodotte un gran numero di barrique di Rovere, perfette per il vino barricato. Scopri ora qual è il vino barricato significato.

I suoi uvaggio tipici sono il Syrah, il Grenache Noir e il Mourvèdre. Qui troverete facilmente vini poco strutturati ma anche di molti complessi e tannici. Una scoperta vera e propria in una terra molto vicina alla nostra Italia e che ha sicuramente delle influenze dal Bel Paese.

Savoia

La zona della Savoia ha un clima molto rigido essendo a confine con le Alpi e la Svizzera. I vini che provengono da qui sono potenti e di spessore, anche se non tutte le annate permettono una produzione continua di qualità. I vitigni più rinomati in zona sono l’Altesse, Aligoté, Gamay, Mondeuse e Pinot Nero. Qui viene praticata soprattutto la viticoltura eroica. Scopri tutto sull’argomento aprendo il nostro articolo dedicato.

Sud-Ovest

Un’incredibile zona, tanto vasta quanto diversificata. Siamo molto vicini all’Oceano Atlantico e la regione vinicola francese del Su-Ovest riserva sempre sorprese, con vini autentici e di grande spirito.

Qui crescono due vitigni autoctoni, il Malbec e il Tannat, mentre sono comuni anche il Cabernet, il Sauvignon e il Merlot. Essendo influenzati sua dall’Atlantico che dal Mediterraneo, i prodotti vinicoli di questa zona sono incredibilmente unici. La storia vinicola di questa zona viene da lontano, fin dal 1200. Nonostante non abbia raggiunto la fama di altre regioni vinicole, i vini di qui sono molto prestigiosi.

Valle della Loira

Se doveste vedere in foto un vigneto vicino a un castello, probabilmente la foto proverrebbe da questa Valle. La Valle della Loira (o solo Loira) è una zona storicamente importante ed è situata nel centro e nel centro-ovest della Francia. É caratterizzata dai suoi tanti castelli e dai suoi vini bianchi. In effetti, il Sauvignon qui trova la sua casa ideale. Tra gli altri vitigni prestigiosi troviamo il Chenin Blanc e il Gamay. É molto simile per le sue caratteristiche alle Langhe, presenti tra le zone vinicole d’Italia.

Essendo una vasta area, al suo interno sono presenti molti micro-climi. Una cosa però è sicura: i vini francesi della Loira sono fatti per chi ama sognare e vuole scoprire sempre nuove emozioni.

CATEGORIE

ARTICOLI RECENTI

TAG