Valfaccenda

valfaccenda



valfaccenda

Valfaccenda

Valfaccenda è una cantina e azienda vinicola in Piemonte, precisamente a Canale in provincia di Cuneo. Nasce nel 2010 dal progetto di due giovani innamorati, Luca e Carolina. Che da allora non si sono mai separati, rendendo Valfaccenda un punto fisso del panorama vitivinicolo piemontese. Tutto ciò venendo da due mondi molto diversi. Infatti Luca è enologo da molti anni, fin da quando studiava per diventarlo. Invece Carolina è grafica e lo si può notare dalle etichette che sono davvero ispirate e rendono unici tutti i prodotti di questa cantina.

Nasce tutto dall’amore dunque. Ed è dall’amore per la propria terra e le proprie origini che la coppia decide di riprendere le vigne del padre di Luca e decide di mettersi in gioco. Sono giovani, innamorati, freschi: un mix esplosivo che sta raggiungendo traguardi inimmaginabili fino a pochi anno fa.

Il territorio del Roero

Chiunque abbia visitato il Roero non lo dimentica facilmente. Tanti spazi verdi, boschi bellissimi (specialmente durante il foliage in Autunno), castelli incantevoli, piccoli borghi e vino ottimo. Tanto vino ottimo. E questa azienda vinicola fa parte di quei produttori naturali di alto livello che vuole farsi portabandiera di questa zona così importante ma anche delicata. Infatti in un periodo storico in cui i cambiamenti climatici stanno minacciando interi ecosistemi, ognuno deve fare la sua parte. Carolina e Luca non solo lo stanno facendo, ma stanno scrivendo nuove pagine della produzione di vini naturali.

La cantina Valfaccenda deve il suo nome ai luoghi dove crescono le sue uve e dove è cresciuto lo stesso Luca. Tutto ciò a ulteriore dimostrazione di quanto i due giovani siano legati al loro territorio. In effetti l’azienda vinicola si trova in una zona del Roero molto attiva in ambito agricolo e che tocca circa i 400 metri di altitudine. Non ha assolutamente nulla da invidiare alle vicine più famose chiamate Langhe, nonostante un’accesa rivalità degna di un derby calcistico. Anche se in realtà fanno parte delle Langhe stesse.

Le colline del Roero sono sabbiose e ripide, quasi ti volessero sfuggire da sotto i piedi. Il suolo è composto dalle “sabbie astiane”, con uno strato più profondo di argilla e buona presenza di limo. Il clima ideale e le condizioni pressochè perfette dei terreni hanno reso da secoli il Roero una terra di viticoltura. Una tradizione, quella roerina, che vede come testimoni Luca e Carolina che vogliono preservare le vigne di un tempo e le condizioni ecosistemiche presenti da sempre in queste fantastiche terre. I loro principi sono semplici:

  • Coltivazione di varietà autoctone;
  • Agricoltura biologica;
  • Invecchiamento e preservazione delle bottiglie

I vitigni e i prodotti di Valfaccenda

Come abbiamo anticipato, nella zona vinicola del Roero sono secoli che i piccoli produttori di vino locali portano avanti la loro tradizione. Una tradizione fatta di fatica, sacrifici, soddisfazioni ma anche di solidi principi. Tra questi principi troviamo senza dubbio l’utilizzo dei vitigni presenti da sempre in zona. Infatti sono due i vitigni storici e leggendari di queste lande piemontesi a confine con la Valle d’Aosta. L’Arneis e il Nebbiolo. Dunque si conferma la tradizione della zona delle Langhe.

Se non conoscete questi due uvaggi, non potete considerarvi degli amanti del vino. Un uvaggio bianco (Arneis) e uno rosso (Nebbiolo) che regalano gioie a ogni beva, dissetando anche il più arido dei deserti dell’anima. Qui a Valfaccenda questi due vitigni sono come una religione. Qui infatti vengono valorizzate tutte le caratteristiche principali di questi fantastici chicchi d’uva. Sono 4 gli ettari coltivali dalla coppia, che però sono in rapido aumento. Così come le bottiglie prodotte annualmente, che hanno raggiunto le 30’000 in un solo anno.

Il credo di Luca e Carolina è che i vini devono trasmettere il territorio da cui provengono al bevitore. Solo così, affermano loro, si può davvero rispettare una tradizione vinicola importante come quella del Roero. E noi crediamo che i due giovani abbiamo fatto centro con i loro prodotti. Infatti a ogni sorso ci vengono in mente i profumi presenti in vigna, l’aria tiepida di una giornata primaverile, il ronzio degli insetti tra i chicchi d’uva ancora da raccogliere. In fondo l’obiettivo di una produzione naturale è quello di promuovere un consumo sostenibile ma che sia anche di ispirazione. E possiamo dire che i vini qui in Valfaccenda sanno di Roero.

> Scopri la prossima cantina del Piemonte: Azienda Agricola Mauro Franchino

> Torna a tutte le cantine del Piemonte